Revisione del motore della Fiat 500: Smontaggio del motore – Prima parte

Revisione del motore della Fiat 500: Smontaggio del motore – Prima parte

Nell’articolo precedente abbiamo visto come fare per sganciare il motore dal corpo della Cinquecento. Adesso, volendo fare una revisione completa del motore della Fiat 500 d’epoca, possiamo iniziare a smontarlo secondo una sequenza precisa che è quella consigliata dagli ingegneri della Fiat.


Fino a che punto procedere da soli e quando rivolgersi ad una officina per la rettifica, dipenderà dalle vostre capacità e dagli strumenti a disposizione. Se il vostro amore per la Fiat 500 è sconfinato potrete anche tentare una revisione completa del motore, ma anche il portare alcune parti dello stesso in revisione non è poi così sbagliato.

Ricordiamo ancora una volta, di essere ordinati, di fotografare ogni passaggio e sopratutto di lavorare in sicurezza.

La prima cosa da fare è procedere al distacco della marmitta. Se molto deteriorata si può pensare di provvedere alla sua sostituzione. Per smontare la marmitta occorre agire sulle due fascette di attacco al basamento del motore dei due raccordi per lo scarico ai lati della testa cilindri.

Se possibile sistemate il motore della fiat 500 su un cavalletto rotativo in modo da poterci lavorare comodamente e, ancora una volta in sicurezza.

Iniziare a vuotare il motore dall’olio contenuto provvedendo al suo corretto smaltimento.Per fare ciò basta svitare l’apposito tappo posto sulla coppa olio.

Staccare successivamente il coperchio della testa cilindri, staccare il filtro aria agendo sulle tre viti poste sul convogliatore e i due dadi su raccordo del carburatore.

Smontare la cinghia elastica trapezoidale della dinamo/ventilatore (valutare se sostituirla con analoga nuova). Per fare questa operazione occorre svitare i tre dadi che fissano la semipuleggia sulla dinamo stessa.

Progressivamente svitare tutta la bulloneria che fissa il convogliatore d’aria alla testa dei cilindri, al basamento e al complesso riscaldamento e recupero gas.

Sganciare il tirante comando accelleratore.

Estrarre il convogliatore con la dinamo, togliendo la fascetta di fissaggio della stessa al basamento.

Successivamente sganciare il distributore di accensione.

Staccare il carburatore dal motore della fiat 500.

Staccare il complesso dei bilancieri sfilando le aste delle punterie.

A questo punto sarà possibile svitare i quattro dadi ciechi centrali e i quattro dadi normali che fissano la testa dei cilindri, rendendone possibile il distacco.

Staccata la testa dei cilindri si potranno rimuovere i quattro astucci delle aste e quello di mandata dell’olio ai bilancieri. Per esperienza attenzione a non “sbeccare” gli astucci, pregiudicandone poi la tenuta una volta rimontati.

Il passo successivo sarà staccare la pompa di alimentazione della benzina, rimuovendo successivamente il puntolino di comando.

Staccare il coperchio-puleggia del filtro centrifugo rimuovendo le sei viti di ancoraggio. Sarà quindi possibile staccare il mozzo del filtro centrifugo svitando la vite centrale sull’albero motore.

Staccare il coperchio della distribuzione al cui interno si trova la pompa olio ad ingranaggi e la valvola di regolazione della pressione olio.

Fatto ciò sarà possibile staccare l’ingranaggio sull’albero di distribuzione svitando le quattro viti di fissaggio ed asportandolo con la catena.

A questo punto ci troveremo a dover estrarre l’ingranaggio comando distribuzione dall’albero motore. La manovra può essere difficoltosa se non si dispone di apposito estrattore. Personalmente vi sono riuscito solo dopo essermi fatto prestare l’estrattore da una officina.

Successivamente togliere le punterie e sfilare l’albero della distribuzione dal motore della fiat 500.

Il volano può poi essere rimosso dall’albero motore svitando le sei viti, con relative piastrine di sicurezza.

Togliere la coppa olio e la tromba di aspirazione.

A quest’ultimo punto, con grande soddisfazione, potremo sfilare le canne dei cilindri con le bielle e stantuffi.

Il motore della fiat 500 è quasi completamente smontato e avremo pezzi, bulloni e viti, dappertutto!! Ma non spaventatevi, se siete stati ordinati, sarà facile il percorso inverso nella fase di rimontaggio.







Gli ultimi articoli pubblicati su Fiat 500 nel mondo

Potete condividere con ....Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *